Visita a Loazzolo – Acconto – 27 Gennaio 2018

18,00

Acconto della quota evento

Riempi il carrello con le opzioni Associato e Non Associato a seconda del numero di posti desiderato. Il saldo verrà pagato ad inizio gita e verranno applicate le seguenti quote.

  • Quota per gli Associati FISAR: 48 € a persona (di cui 18 € versati in acconto e 30 € da versare a saldo)
  • Quota per i Non Associati: 58 € a persona (di cui 18 € versati in acconto e 40 € da versare a saldo)
  • Quota per 1 Associato + 1 Non Associato: 100 € (di cui 36 € versati in acconto e 64 € da versare a saldo)
  • Quota per 2x Non Associati: 105 € (di cui 36 € versati in acconto e 69 € da versare a saldo)

La visita verrà realizzata usufruendo del trasferimento tramite Pullman. Le quote di partecipazione della visita comprendono le visite e degustazioni presso le aziende vinicole e il pranzo, mentre la quota del pullman non è compresa e sarà, indicativamente, tra i 15 e 20 € a persone in funzione del numero di partecipanti. 

Svuota

Descrizione

Loazzolo e le Langhe Astigiane

Alla scoperta del Loazzolo, la più piccola DOC d’Italia, e delle migliori espressioni enogastronomiche delle Langhe Astigiane con visita a due cantine del territorio

Sabato 27  Gennaio 2018
Loazzolo e Bubbio

Punta estrema della provincia di Asti quasi ai confini con la Liguria, la Langa Astigiana è un territorio di grande fascino grazie all’altitudine delle sue colline dove i vigneti pian piano lasciano spazio ai noccioleti, ai pascoli e ai boschi, grazie al clima che risente già della vicinanza del mare e permette di veder fiorire le ginestre e orchidee rare e grazie ai suoi piccoli borghi medioevali e alle antiche torri di avvistamento innalzate – secondo la tradizione – per contrastare le invasioni dei Saraceni. Un angolo d’Italia che, nel 2014, è diventato il 50° sito italiano dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio dell’Umanità”.

Loazzolo – Tra le colline dell’Alta Langa Astigiana, incastonato in un anfiteatro naturale a più di 500 metri sul livello del mare, sorge Loazzolo, che dà il nome alla più piccola DOC d’Italia, riconosciuta nel 1992. Loazzolo è un minuscolo e grazioso comune piemontese di soli 350 abitanti, situato tra il Cuneese e l’Alessandrino, il cui nome deriva dal basso latino Lupatiolum (luogo dove scorrazzano i lupi): appartenne sin dal XII secolo ai marchesi del Monferrato, che lo cedettero al comune di Asti nel 1200. Qui le condizioni pedoclimatiche sono ideali alla coltivazione della vite. Il Loazzolo è un vino dolce rarissimo, vinificato e imbottigliato esclusivamente da uve Moscato (tradizionalmente impiegate per la produzione dell’Asti) appassite ed eventualmente attaccate dalla muffa nobile, coltivate nel solo comune di Loazzolo: caso unico in Italia. La Denominazione conta infatti solo 8 produttori per circa 5 ettari complessivi.

Visita e Degustazione alla Cantina Isolabella della Croce – Nelle colline dell’Alta Langa Astigiana che dividono la Valle Belbo dalla Valle Bormida a oltre 500 metri sul livello del mare, tre chilometri di profilo collinare disegnano l’anfiteatro di Borgo Isolabella, che – rivolto al fiume Bormida – abbraccia 11 ettari di vigna. I vigneti giacciono, quindi, immersi nei boschi, abbarbicati su ripidissimi pendii splendidamente esposti in un equilibrio ambientale molto particolare. Questa azienda, legata da generazioni al territorio e consapevole di avere in dote un patrimonio naturale unico, ha deciso di intraprendere il “Progetto Terra Protetta” attraverso la salvaguardia dei vigneti con pendenza superiore al 50% (caratteristica tipica di Loazzolo dove si arriva anche al 80%), la sperimentazione eroica (nei loro terreni trovano spazio vitigni acclimatati come il Pinot e il Cabernet e nel 2007 hanno impiantato il vigneto “La Vela” di Pinot Nero considerato irripetibile per le sue caratteristiche estreme in termini di pendenza e di % di ceppi per ettari – oltre 11) e la salvaguardia dell’ecosistema di Loazzolo (con compensazione di CO2 misurata grazie al Bosco che convive naturalmente col vigneto e senza utilizzare diserbanti chimici).

Cantina Isolabella Della Croce – Nelle colline dell’Alta Langa Astigiana rivolte al fiume Bormida, tre chilometri di profilo collinare disegnano l’anfiteatro di Borgo Isolabella, che abbraccia 11 ettari di vigna. I vigneti giacciono immersi nei boschi, abbarbicati su ripidissimi pendii splendidamente esposti in un equilibrio ambientale molto particolare. Dopo una passeggiata nei vigneti in cui vi verrà mostrato e spiegato il terroir loazzolese – in accompagnamento a formaggi, salumi e prodotti da forno del territorio – degusteremo:

  • Sauvignon Blanc 2017 (Vinificato con Vinooxygen, nuovo brevetto ideato dall’enologo)
  • “Solum” Chardonnay 2015
  • “Maria Teresa” Barbera d’Asti DOCG 2015
  • “Serena” Barbera d’Asti Superiore DOCG 2015
  • “Augusta” Barbera d’Asti Superiore Nizza DOCG 2014
  • “Bricco del Falco” Piemonte DOC Pinot Nero 2013
  • “Valdiserre” Moscato d’Asti DOCG Canelli 2017
  • “Solìo” Loazzolo DOC – Moscato Vendemmia Tardiva 2007

Cantina Isolabella della Croce, Regione Caffi 3, Loazzolo (AT) – 0144 87166; http://www.isolabelladellacroce.it

Pranzo all’Agriturismo Tre Colline in Langa – In un agriturismo ricavato dal restauro di una vecchia cascina con stalla risalente al 1830, in una caratteristica sala con soffitti in mattone, voltine incrociate e muri in pietra, degusteremo la cucina langarola che si ispira alle ricette tipiche della tradizione con particolare attenzione a stagionalità e qualità delle materie prime.

 

 

 

  • Tris di carne cruda di fassone piemontese: battuta al coltello, carpaccio e in fagottino con sedano, robiola e nocciole
  • Flan di cardi con bagna cauda
  • Ravioli al plin al burro e salvia
  • Filetto di maiale alle nocciole
  • Torta di nocciole e spuma di torrone

Il pranzo sarà accompagnato dai Vini della Cantina Torelli che visiteremo nel pomeriggio:

  • “Torino” Vermouth bianco e rosso
  • “Di Marisa” Spumante Rosé Piemonte DOC da Uve Pinot Nero
  • “La Milana”Piemonte DOC Chardonnay 2016
  • “I Mandorli” Barbera d´Asti DOCG 2016
  • “Il Magno” Piemonte DOC Uve Pinot Nero 2015
  • “San Gròd” Moscato d´Asti DOCG 2017
  • “Chinatum” Dolcetto Chinato

Agriturismo Tre Colline in Langa, Regione Pantalini 157, Bubbio (AT) – 0144 330788; www.trecollineinlanga.it

Visita e Degustazione alla Cantina Mario Torelli – La Cantina Mario Torelli, dalla storia ultrasecolare, è situata sulla suggestiva collina di San Grato, sormontata dall’omonima Cappella bramantesca a pianta ottagonale costruita nel 1888 sui ruderi di un edificio romanico. Di generazione in generazione, è stato Gianfranco ad avviare la vera e propria svolta dell’azienda agricola. Con lungimiranza decise infatti, nel 1987 di mettere in pratica le regole dell’Agricoltura Biologica, consapevole che soltanto questa strada avrebbe permesso di perpetuare quella intrapresa dai suoi antenati. E nel 1992 fu proprio un suo vino – il Moscato d’Astiad ottenere la primissima certificazione da Agricoltura Biologica in Italia. Da allora ha continuato a trattare le viti con attenzione e cura allevandole in un ambiente incontaminato nel pieno rispetto della biodiversità e delle caratteristiche del territorio. Tra i filari crescono, infatti, piante di senape, avifauna, rose e orchidee spontanee. Oggi la cantina, che mantiene la propria conduzione familiare, è presente con 80.000 bottiglie di Vino Biologico in tutto il mondo, esprimendo e testimoniando l’autenticità della terra di Langa. Verremo accolti in una splendida sala degustazione tra barriques in rovere francese, muri in pietra, giochi d’acqua e opere d’arte, frutto dell’impegno aziendale con artisti internazionali e degusteremo:

Degustazione en primeur dalla vasca (vini non ancora in commercio):

  • Bubeum macerato(Moscato secco macerato a freddo per 1 settimana e fermentato in bianco. Imbottigliamento previsto: estate 2018)
  • Bubeum Amphora 2015(Chardonnay vinificato in anfora con 7 mesi di macerazione pellicolare. Imbottigliamento previsto: primavera 2018)

Vini in bottiglia:

  • “Il Novo” Monferrato DOC Rosso 100% Merlot 2012
  • “Vendemmia nelle Nebbie” Dolcetto d´Asti DOC Superiore 2013
  • “Il Vecchio” Barbera d´Asti DOCG Superiore 2014
  • “Bubeum Passito” Piemonte DOC Moscato Passito 2007
  • Grappe e Brandy

Cantina Mario Torelli, Regione San Grato 142, Bubbio (AT) – 0144 83380; http://www.vinitorelli.it/

Programma

  • ore 7.50: ritrovo alla fermata metro verde linea 2 FAMAGOSTA
  • ore 8.00: partenza del pullman da FAMAGOSTA
  • ore 10.00: inizio visita e degustazione alla Cantina Isolabella della Croce – Loazzolo (AT)
  • ore 13.00: pranzo all’Agriturismo Tre Colline in Langa – Bubbio (AT)
  • ore 15.30: visita e degustazione alla Cantina Torelli – Bubbio (AT)
  • ore 18.00: partenza da Bubbio (AT) per Milano FAMAGOSTA
  • ore 20.00: arrivo a Milano FAMAGOSTA

 

Prenotazione obbligatoria entro Giovedì 18 Gennaio 2018

La visita verrà realizzata usufruendo del trasferimento tramite Pullman. Le quote di partecipazione della visita comprendono le visite e degustazioni presso le aziende vinicole e il pranzo, mentre la quota del pullman non è compresa e sarà, indicativamente, tra i 15 e 20 € a persone in funzione del numero di partecipanti.

Riceverete la conferma del pagamento Paypal e alcuni giorni prima dell’evento invieremo un remind con informazioni utili per l’evento. All’accoglienza dell’evento perfezioneremo il completamento del pagamento della quota in contanti. Non sono ammesse altre modalità di partecipazione. La Delegazione FISAR Milano si riserva la possibilità di apportare modifiche al programma e di fornire il servizio pullman al raggiungimento del numero minimo di persone.

Per qualsiasi informazione in merito agli aspetti organizzativi della visita e per segnalare eventuali intolleranze alimentari ti invitiamo a scrivere a [email protected].

Per assicurarvi la partecipazione e darci la possibilità di organizzare al meglio l’evento, Vi chiediamo comunque di prenotare entro Giovedì 18 Gennaio 2018.

La visita è organizzata in collaborazione con People on the move srl – P.Iva: 12310160150 – Via Settembrini 29, 20124 Milano.

Per maggiori informazioni sull’evento: CLICCATE QUI

Informazioni aggiuntive

Partecipanti

Associato, Non Associato