FISAR Milano apre la stagione delle iniziative per l’annata 2017-2018 con l’Aperitivo di Settembre (Martedì  12 Settembre presso il Circolo Volta di Milano), una serata di festa in cui gli Associati si ritrovano dopo il periodo estivo condividendo le esperienze vissute nel corso delle vacanze appena terminate e i nuovi progetti per l’anno a venire. Saranno presenti alcuni banchi di assaggio e, ovviamente, un’offerta gastronomica a corredo!

INTRODUZIONE ALLA DEGUSTAZIONE – Nell’ambito dell’Aperitivo di Settembre, nella prima parte della serata ospiteremo anche l’evento di Introduzione alla Degustazione (a partire dalle ore 19.00) dedicata a tutti coloro che desiderano scoprire la realtà di FISAR Milano, la nostra offerta formativa, le iniziative da noi organizzate e le modalità per associarsi! Nel corso della serata, infatti, il Delegato e il Segretario FISAR Milano terranno una breve lezione sulle principali indicazioni sulla tecnica di degustazione (articolata in un approccio introduttivo con le basi teoriche e a seguire un’esperienza pratica con due vini) offrendo a tutti i neofiti a una prima e diversa esperienza con un calice di vino:  L’iniziativa rappresenterà quindi un’occasione speciale per tutte le persone interessate ad avvicinarsi al mondo del vino e alla nostra Delegazione e che ambiscano a conoscere le tecniche di degustazione, condividendo questo momento di formazione con tanti appassionati wine lover, i nostri Sommelier e i Docenti.

PRESENTAZIONE DEL CONSORZIO TORRE DI ORIOLO – L’evento di Introduzione alla Degustazione è inserito in una più ampia serata in cui è coinvolta tutta la Delegazione FISAR Milano che si ritrova, come ogni anno, per il consueto Aperitivo di Settembre. Nel corso della serata avrà luogo la presentazione del Consorzio Torre di Oriolo con un interessante approfondimento a cura di Francesco Falcone che introdurrà la storia del Consorzio Torre di Oriolo (nel cuore della Romagna e attualmente composto da 7 produttori) che è promotore della riscoperta del vitigno Centesimino.

CONSORZIO TORRE DI ORIOLO – Il Consorzio Terre di Oriolo è costituito da un gruppo di produttori agricoli, ristoratori, artigiani, e commercianti del distretto Aureolano che desiderano valorizzare il patrimonio storico, naturalistico e culturale; facendolo conoscere, rivivere e assaporare. L’associazione nata nel 1995 prende il nome della Torre (presso cui il Consorzio trova sede) che, sopravvissuta ad assedi e per lungo tempo servita da rifugio di guerra è oggi testimonianza del perduto castello e del borgo medievale anche grazie al restauro che l’ha riportata all’antico splendore.

CENTESIMINOIl Centesimino è un raro vitigno autoctono romagnolo a bacca rossa, con matrice aromatica e la produzione totale non supera le 50.000 bottiglie. La sua storia è curiosa: venne riscoperto negli anni’40 nel centro storico di Faenza, e precisamente nei cortili del palazzo di proprietà di Pietro Pianori. Rimasto protetto dalle mura della residenza nobiliare, superò così l’epidemia di fillossera; da qui fu portato nella residenza di campagna della famiglia, a Oriolo dei Fichi, negli anni Cinquanta. Il nome deriva dal soprannome storico del Pianori, che veniva chiamato “Centesimino” probabilmente per la sua rara parsimonia. In seguito, grazie alla dinamicità del parroco della zona, don Antonio Baldassarri, il Centesimino trova diffusione nelle campagne circostanti. In quel periodo era chiamato Sauvignon Rosso, per le sue particolari caratteristiche aromatiche che un po’ riconducevano alla forza inesauribile del Sauvignon Blanc e probabilmente perché lo si voleva “innalzare” di rango con un nome francese. Recenti studi sul DNA del vitigno hanno, però, escluso provenienze straniere e il Centesimino nel 2004 è stato iscritto come varietà unica al Registro Nazionale delle Varietà di Vite. Il nucleo storico di coltivazione è proprio qui, a Oriolo dei Fichi, un piccolo nucleo abitato situato sui primi contrafforti dell’Appennino romagnolo, una decina di chilometri a sud-est di Faenza con un’altitudine di 141m sul livello del mare. Qui, lasciata la pianura padana alle spalle, si inizia a salire verso l’Appennino romagnolo per un totale di 20 ettari vitati distesi in un territorio disseminato di antiche case coloniche con le viti che si alternano alle scarpate boschive. Solo un ristrettissimo gruppo di produttori (tra cui: Ancarani, La Sabbiona, Leone Conti, Poderi Morini, Spinetta) sulle colline faentine è abilitato alla produzione di questo vino (di color rosso rubino cupo, sprigiona profumi di fiori di arancio, rosa, viola, liquirizia ed anice) vinificato anche anche nella versione Passito.

I 7 produttori presenteranno al pubblico i loro vini, per la maggior parte frutto dei vitigni Famoso, Sangiovese e Centesimino e li offriranno in degustazione, insieme a una selezione di stuzzichini del territorio. Vi aspettiamo!

Laura Grossi

INFO UTILI: Martedì 12 Settembre 2017, Circolo Volta, Via Giusti 16 – Milano (M5 lilla, fermata Monumentale / M2 verde, fermata Moscova)

PER PARTECIPARE: Per partecipare alla serata di Introduzione alla Degustazione a titolo gratuito, clicca qui (sarà necessario inserire i dati di ogni partecipante interessato a prenotare la partecipazione). Per prenotarti all’Aperitivo di Settembre clicca qui.