Il vino servito con i cubetti di ghiaccio sembrerebbe non essere più un’eresia se anche un produttore di Champagne come Pommery ha lanciato una cuvée appositamente pensata per essere servita.. “on the rocks”. A raccontarlo è Giambattista Marchetto de Il Sole 24 Ore.

Sarà l’effetto del global warming o più semplicemente delle mode, con la diffusione internazionale della Spritz experience, ma sembra che lo sdoganamento del ghiaccio nel vino sia ormai un tabù obsoleto. Wine blogger con buon seguito tra i giovani dichiarano clamorosamente lo stop al bando e pure sommelier accreditati, storcendo il naso, ammettono che ci sono scandali peggiori. La “cocktailizzazione” dell’esperienza vino sembra dunque un fatto assodato. E poi, in fondo, il cliente ha sempre ragione… anche quando chiede il ghiaccio nel Barolo. (‘Il vino con il ghiaccio non è più un tabù’ pubblicato su http://www.ilsole24ore.com/art/food/2018-07-30/il-vino-il-ghiaccio-non-e-piu-tabu-094839.shtml?uuid=AERgmMUF)

Per leggere l’articolo nella sua interezza e visualizzare il video, clicca qui (http://www.ilsole24ore.com/art/food/2018-07-30/il-vino-il-ghiaccio-non-e-piu-tabu-094839.shtml?uuid=AERgmMUF)

[“Notizie dal Mondo” è una sezione del magazine di FISAR Milano che ha l’obiettivo di divulgare e promuovere articoli raccolti dal web, selezionati dalla Delegazione di Milano di F.I.S.A.R. tra numerose testate, blog e siti di cultura enogastronomica, con lo scopo di segnalare settimanalmente notizie interessanti ai nostri Associati e agli appassionati di vino.]