A Carrù, patria indiscussa del Bollito Misto alla Piemontese proprio in occasione dei festeggiamenti per la celebre Sagra del Bue Grasso. Succederà domani, Sabato 14 Dicembre 2019, quando FISAR Milano ha organizzato una visita a Carrù, Fiera Nazionale del Bue Grasso di Carrù.

FIERA DEL BUE GRASSO – Da oltre un secolo, il secondo giovedì di dicembre, si svolge a Carrù la Fiera che celebra il Bue Grasso. La fiera ha origini molto antiche (si hanno notizie che fin dal 1473 si tenevano a Carrù mercati di bestiame con frequenza bisettimanale, e che il duca Vittorio Amedeo I, con un decreto del 1635, concesse alla comunità carrucese di tenere una fiera annuale), ma ora è diventata un appuntamento tradizionale molto popolare e noto anche fuori dai confini regionali, che promuove l’allevamento dei bovini di razza e le carni di eccellente qualità. E così ogni anno, in occasione della festa, nel Foro Boario della Piazza del Mercato, una folla di compratori da tutta Italia e non solo, si contende gli esemplari più belli dei bovini portati in Fiera dagli allevatori locali (sono ammessi alla Fiera esclusivamente bovini da macello di razza piemontese, suddivisi nelle categorie: buoi, manzi, vitelli vitelle, vacche, manze, torelli e tori) e una giuria di esperti assegna le ambitissime qualdrappe e fasce decorate a mano, oltre a medaglie d’oro, coppe, targhe e diplomi, ai capi degni del premio.

VISITA E DEGUSTAZIONE ALLA CANTINA PODERI EINAUDI – In mattinata, saremo ospiti della Cantina Poderi Einaudi per una visita che prevederà un approfondimento sulla realtà dei Poderi dal punto di vista del Terroir di appartenenza e da quello enologico con un’approfondita degustazione guidata, immersi in un contesto paesaggistico e architettonico molto interessanti che contemplano la vecchia barricaia, la nuova e moderna cantina e la residenza di Famiglia Settecentesca oggi ristrutturata. La Degustazione prevederà alcuni celebri vini della Cantina: Langhe DOC Nebbiolo; Langhe DOC Luigi Einaudi; Dogliani Superiore DOCG Vigna Tecc e Barolo DOCG Ludo. La storia dei “Poderi Luigi Einaudi” ha inizio nel 1897, quando Luigi Einaudi, appena 23enne, acquistò non lontano dal centro abitato di Dogliani la Cascina “San Giacomo”. Pare che anche da Presidente della Repubblica Luigi Einaudi non si perse neanche una vendemmia, riuscendo a consegnare alle Langhe piemontesi un’azienda modello per l’epoca. Una storia che grazie all’interessamento di uno dei suoi figli è continuata negli anni, e che oggi si tramanda al nipote Matteo Sardagna. La superficie vitata supera i 50 ettari e dà vita a vini capaci di riassumere tutta l’eccellenza enologica delle Langhe, per merito dei numerosi appezzamenti corrispondenti ad alcuni dei cru di maggior prestigio appartenenti alle denominazioni del Barolo e del Barbaresco.

PRANZO ALLA TRATTORIA VASCELLO D’ORO – La Trattoria Vascello D’Oro trova spazio, fin dall’anno della sua nascita nel 1887, nel medesimo edificio storico situato nel cuore del paese di Carrù e fin dalla sua fondazione è stata sempre gestita a livello familiare. La Famiglia Cravero è alla guida della trattoria dall’ormai lontano 1982 quando il Patron Beppe e la moglie Lidia accolsero il Vascello d’Oro in tutta la sua tradizione. La cucina ha saputo rimanere legata ad antiche ricette, una cucina tipicamente legata al territorio che offre prodotti di elevata qualità e di gusto e ancora oggi viene portata avanti questa eccellente tradizione. Il pranzo prevederà: salumi cotto e crudo di loro produzione con garessine al miele, carne cruda di Bue di Carrù, insalata Russa, carrello del Gran Bollito Misto di Bue con le 7 salse di loro produzione, contorni di stagione, i dolci del Vascello D’Oro, il tradizionale Bònet con Amaretti e Caffè. I Vini in accompagnamento saranno: Barbera d’Alba Nicolon Angelo Negro, Langhe Freisa Voerzio-Martini 2017 e Asti DOCG Romano Dogliotti Azienda Agricola La Caudrina 2018.

Per chi si è prenotato, l’appuntamento è per domani, Sabato 14 Dicembre, per vivere insieme l’atmosfera di uno degli eventi folkloristici piemontesi dalla tradizione più antica.