Un’azienda inglese ha creato una bottiglia da 75 cl in cartone riciclato, più leggera e sostenibile delle controparti in vetro

Frugal Bottle è realizzata in cartone riciclato con un rivestimento interno in materiale plastico per alimenti e adatto a conservare il vino. È facilmente riciclabile. Basta separare il rivestimento in plastica per alimenti dalla bottiglia di carta e inserirli nei rispettivi contenitori per il riciclaggio. 
E’ la prima applicazione reale in Italia e da parte della Cantina Goccia, in Umbria.

“Da un lato, il grande tema della sostenibilità, e, dall’altro, l’innovazione del packaging del vino. E così, nasce anche la bottiglia di carta, idea che arriva dall’Inghilterra, firmata Frugalpac, che trova la prima applicazione reale in Italia, con la Cantina Goccia, in Umbria, di proprietà di Ceri Parke. Un’idea non del tutto nuova, visto che tentativi di introdurre sul mercato bottiglie di carta riciclata per il vino se ne vedono almeno da 10 anni. Ma ora, forse, la sensibilità sui temi ambientali da un lato, e l’esigenza di innovazione che ogni grande crisi porta in seno, potrebbero essere le condizioni per una diffusione reale sui mercati.”. ( Il vino in bottiglia di carta. L’idea dell’inglese Frugalpac, adottata dalla umbra Cantina Goccia -Winenews)

Per leggere l’articolo nella sua interezza, clicca qui

[“Notizie dal Mondo” è una sezione del magazine di FISAR Milano che ha l’obiettivo di divulgare e promuovere articoli raccolti dal web, selezionati dalla Delegazione di Milano di F.I.S.A.R. tra numerose testate, blog e siti di cultura enogastronomica, con lo scopo di segnalare settimanalmente notizie interessanti ai nostri Associati e agli appassionati di vino.]