Si è conclusa la 5a edizione di Fermento Milano che ha avuto luogo la scorsa domenica 10 ottobre presso il Grand Visconti Palace Hotel di Milano, a pochi passi da Porta Romana.

L’evento organizzato da FISAR Milano ha offerto agli oltre 450 enoappassionati partecipanti (300 in presenza e 150 a distanza) la possibilità di degustare una selezione di vini di piccole e autentiche realtà vitivinicole italiane e apprenderne origini, filosofia e curiosità, guidati dalle 60 risorse FISAR – tra relatori, personal sommelier e staff – coinvolte attivamente lungo l’intero corso dell’iniziativa.

Nel rispetto di tutte le norme previste per garantire la sicurezza e il corretto distanziamento interpersonale è stato allestito uno speciale percorso sensoriale che, grazie alle masterclass tematiche, alle degustazioni nell’ambito dell’Enoteca con Sommelier, eventi di approfondimento, proposte culinarie – quali il Brunch e la Cena conclusiva – ha dato l’opportunità di degustare vini di oltre 120 diversi produttori, con più di 300 bottiglie complessivamente servite in ben 3.000 calici!

Le Masterclass condotte da Sommelier e Relatori FISAR, in collaborazione con docenti Slow Wine e Banca del Vino, si sono svolte dalle 10.30 alle 22.00 in Sala Porta Romana e in Sala Porta Ticinese.

Gli iscritti hanno potuto partecipare agli eventi in due modalità differente, scegliendo se seguirle in presenza oppure a distanza, in diretta livestreaming su Zoom da qualunque luogo preferissero, grazie alla possibilità di ricevere a casa i campioni dei vini della masterclass prescelta, sottoforma di Vignon®.

Durante le 10 Masterclass sono state presentate ben 60 etichette e le tematiche affrontate sono state le più svariate, spaziando dalle Verticali (quali Montepulciano d’Abruzzo Iskra di Marina Cvetic, Barolo Boscareto di Ferdinando Principiano, Amarone della Valpolicella di Brigaldara, Barolo di Elvio Cogno, Fiorduva di Marisa Cuomo e Verdicchio di Jesi Riserva Misco di Tenuta di Tavignano) fino alle degustazioni a tema dedicate a Un altro Oltrepò, I cru della Valtellina, La Lombardia da scoprire e il Focus sul Franciacorta Satèn.

Nel Giardino d’Inverno è stata, invece, allestita, l’Enoteca con le sue degustazioni al banco che ha dato la possibilità di assaggiare numerose etichette insieme a un personal sommelier che ha accompagnato gli ospiti alla scoperta delle realtà produttive, illustrando le caratteristiche dei prodotti in assaggio, suggerendo i migliori abbinamenti e indicando quale fosse il più adatto per ogni occasione. I partecipanti in presenza hanno avuto la possibilità di accompagnare la degustazione dei vini con Cicchetti (inclusi nel costo) potendo scegliere tra versione vegetariana e non.

In Sala Porta Vittoria, hanno avuto luogo due eventi di approfondimento a tema: dalle 10.30 alle 16.00, il Gruppo Italiano Vini ha presentato un ricco calendario di attività dedicate a quattro delle sue Tenute: Nino Negri (Lombardia), Re Manfredi (Basilicata), Santi (Veneto) e Formentini (Friuli Venezia Giulia) mentre dalle 17.00 alle 21.30, l’Associazione Teroldego Evolution ha offerto un coinvolgente palinsesto di iniziative con Degustazioni di 4 Cru, Banco di assaggio con i produttori e Masterclass con degustazione delle vecchie annate.

La formula già collaudata negli scorsi anni è stata, inoltre, arricchita da nuove iniziative e format innovativi.

Un esempio è stato “Aspettando Fermento con…” che, nelle serate antecedenti all’evento, ha dato vita a una serie di masterclass (in presenza presso alcuni Hotel di Milano e contemporaneamente in livestreaming) che hanno coinvolto i produttori San Marzano, Antonella Corda e Manuele Biava.

Le novità della V edizione hanno riguardato anche le attività di ristorazione a corollario della manifestazione che hanno completato l’offerta degli eventi, dando la possibilità ai partecipanti di vivere l’evento in una modalità ancor più ricca e conviviale.

Il brunch dalle 12.00 alle 15.00 ha fatto da ponte tra le attività mattutine e quelle pomeridiane, mentre la cena a partire dalle ore 21.00 ha concluso la manifestazione, per festeggiare insieme il termine di Fermento con un’interessante esperienza enogastronomica: un menu studiato dallo Chef Matteo Torretta del Grand Visconti Palace Hotel, abbinato a vini del Gruppo Santa Margherita per un percorso tra diverse tenute dall’Alto Adige alla Sardegna!

Un grande grazie va ai Partner della V Edizione di Fermento Milano che hanno dato un contributo prezioso all’evento: Slow Wine che ci ha aiutato a organizzare le masterclass con focus sulle tematiche lombarde, Banca del Vino che ci ha permesso di realizzare le verticali con i vini custoditi all’interno di Banca del Vino, Vignon® che ha dato la possibilità di seguire le degustazioni a distanza grazie all’invio dei campioni a casa, Gruppo Santa Margherita che ha reso disponibili le migliori interpretazioni di cinque tenute per la cena conclusiva, Mastro Cesare Antico Forno Piemontese che ha offerto i grissini in accompagnamento alle degustazioni, Norda che è stata l’acqua ufficiale di Fermento, Pulltex che ha messo a disposizione i cavatappi e Silvio Carta con il suo disinfettante spray.

Fermento Milano tornerà il prossimo anno, con la 6a edizione che segnerà un ritorno alle origini con la presenza dei tradizionali banchi dei produttori. L’evento si terrà Domenica 23 Ottobre 2022, simbolicamente nello stesso giorno in cui fu organizzata la primissima edizione nel 2017. Vi aspettiamo, a presto!

Laura Grossi