L’ocra non è solo un colore, e io non lo sapevo. Certo, non sono sudamericano.

All’amica brasiliana l’ocra ricorda invece il padre che usa (usava?) mangiarla col pesce, oppure col manzo, mai col pollo.

Dev’essere un’usanza di Minas Gerais, mangiarla col pollo, non delle sue parti. Chissà che percorso ha fatto, questo piatto, per finire sul menu.

E poi, anzi prima, ci sono le empanadas; ma questo è il nome argentino, in Brasile non si chiamano così. Però il vino in questo caso è brasiliano.

Il manzo al Carmenère invece è tutto cileno, dalla ricetta al vino, e il dulce de leche e il liquore di Yerba Mate sono argentini.

Contaminazioni, tra samba e tango, tra l’Equatore e la Terra del Fuoco, dalla Cordigliera all’Oceano, sotto forma di cena, a base di piatti e vini esotici.

Il Sudamerica chiama da Paca’s, il 30 novembre: ascoltate il suo richiamo, se potete.
Non sempre capita di trovare il Nuovo Mondo così vicino!

Iscriviti QUI alla Cena Sudamericana!

Stefano Ferroni