Con una rettifica (il 31 luglio scorso) al regolamento europeo n. 2117 del 2021 sono stati introdotti nuovi obblighi sull’etichettatura dei vini. Dovranno essere indicati l’elenco degli ingredienti, i valori nutrizionali, le calorie e se si usano gas inerti per l’imbottigliamento. È possibile, per gli ingredienti e i valori nutrizionali, inserire in etichetta un QR code che rimandi a una pagina con i dati, priva di riferimenti pubblicitari o commerciali e senza tracciatura delle visite al sito. Tale novità, però, è valida solo per i vini prodotti dopo l’8 dicembre. A raccontarlo è Michele Antonio Fino di Slowine.

“L’obiettivo del legislatore è assoggettare anche il vino alle regole che ormai da 7 anni vigono per la generalità di alimenti e bevande: dopo questa innovazione, infatti, solo per gli alcolici non “vinosi” si potrà continuare a non indicare ingredienti e valori nutrizionali. Questo offre una grande opportunità per il vino: il suo sarà il primo elenco ingredienti obbligatorio fra gli alcolici e come noto NON prevederà l’alcol tra gli ingredienti, essendo questo il prodotto di un fenomeno microbiologico (la fermentazione) che trasforma naturalmente gli zuccheri presenti nel mosto in alcol.” [pubblicato su www.slowfood.it] Per leggere l’articolo nella sua interezza, clicca QUI!

[“Notizie dal Mondo” è una sezione del magazine di FISAR Milano che ha l’obiettivo di divulgare e promuovere articoli raccolti dal web, selezionati dalla Delegazione di Milano di F.I.S.A.R. tra numerose testate, blog e siti di cultura enogastronomica, con lo scopo di segnalare settimanalmente notizie interessanti ai nostri Associati e agli appassionati di vino.]