Lo scorso 30 novembre siamo andati alla scoperta del Sud America con un vero e proprio tour enogastronomico nell’America Latina. Al ristorante Paca’s abbiamo viaggiato tra Brasile, Cile e Argentina, avvolti da un’atmosfera tutta latineggiante, con i ricchi sapori della cucina tradizionale.

Abbiamo assaporato le pietanze casalinghe, gustando vini dall’animo forte e gentile. La scelta di piatti tradizionali legati al territorio ci ha fatto esclamare “foi bom pacas!” (qualcosa come “era bello, dannazione!): la parola “pacas”, infatti, è una parola del dialetto brasiliano che si utilizza quando si vuole esprimere qualcosa che in eccesso, che è tanto o addirittura troppo.

Ed è stato proprio così perché la parola Pacas, ha espresso autenticamente una sensazione di abbondante piacere, così come ci hanno fatto sentire Paulo e il suo caloroso Team, allietando i nostri palati.

MENU E VINI IN DEGUSTAZIONE

ANTIPASTI

Empanadas di Cozze, di Manzo, di Pollo e di Formaggio: differenti sfiziosi fagottini con vari ripieni.

  • In abbinamento con Miolo Cuvée Tradition Brut Rosé, 12,5%
  • Realizzato con un blend di uve Chardonnay e Pinot Nero, nonostante una fermentazione in bottiglia di soli 6 mesi, presenta una bollicina delicata e avvolgente. Oltre ai classici sentori, si percepiscono principalmente frutti rossi e uno sfondo di pesca. La beva è piacevole e fresca.

PIATTI PRINCIPALI

Pollo con Okra e Riso: un piatto colorato e sorprendente, in cui la tipica pianta sudamericana dalle proprietà benefiche è co-protagonista.

  • In abbinamento con Bodega Rutini Trumpeter Chardonnay Mendoza 2022, 13,5%
  • I grappoli di questo 100% Chardonnay provengono dall’area di Tupungato, una città a 100 km da Mendoza, non lontano dalla frontiera Cilena, e all’interno della Valle dell’Uco. Dopo la vinificazione in acciaio, una parte del vino è posta a maturare per 6 mesi in botti di rovere francese di svariato passaggio. Al naso presenta da subito intensi aromi di frutta, pesca matura e ananas. In bocca è di corpo, ricco e avvolgente, con l’aggiunta di note minerali e speziate.

Manzo al Carménère con Purè di Patate: la succulenza della carne di manzo, cucinata con la salsa al Carménère esalta il vino.

  • In abbinamento con Ventisquero Carménère Gran Chile Riserva 2019, 13,5%
  • Prodotto con uve Carménère e un piccolo apporto di Syrah, viene fatto macerare a bassa temperatura e fermenta in acciaio. Il 70% del prodotto viene quindi lasciato affinare in botti di rovere francese e americano per 10 mesi, la restante parte rimane in acciaio. Riposa, infine, per almeno 6 mesi in bottiglia. Al naso si sentono frutti rossi maturi, mirtilli, more e fragole. Il sorso è corposo e tannico; il finale è persistente.

DOLCE

Crêpe al Douche de Leche

LIQUORE

Yerba Mate