I vini dolci del Nord-Est: il ruolo di Venezia e la storia di uno stile

Il viaggio di “Dolce Italia Mia” alla scoperta dei vini dolci d’Italia continua il prossimo Giovedì 8 Novembre 2018 con una nuova serata realizzata in collaborazione con la Pasticceria Martesana e dedicata alle regioni del Nord-Est. Aree in cui le storie e le tradizioni vitivinicole annoverano un protagonista comune: la Serenissima Repubblica di Venezia, per secoli al centro delle rotte commerciali del mondo conosciuto. Venezia seppe trasformare il vino in uno status symbol, non solo gestendone il commercio dal Mediterraneo fino ai grandi centri Nord europei, ma anche adottando quelli che oggi definiremmo moderni approcci di comunicazione e marketing che legarono il prodotto a un consumo elitario, ne valorizzarono il senso dell’origine (i veneziani usarono per la prima volta il nome del luogo per commercializzare un vino) e furono determinanti nella diffusione di una tipologia allora sconosciuta in Occidente: il vino dolce e aromatico importato da Oriente.

leggi tutto

Le gemme preziose di Manduria: Verticale di Fiano e Primitivo con Gaetano Morella

Non capita spesso di essere sulla copertina di Decanter -una delle più prestigiose riviste dedicate al vino e all’enologia del mondo- e neppure che la stessa rivista ti annoveri tra i “10 tesori nascosti dei vini del Sud Italia”, ma il Primitivo di Gaetano Morella, con la sua sorprendente eleganza e finezza, è un gioiello che non poteva passare inosservato.

leggi tutto

Le sfaccettature del Bordeaux in una Degustazione con Produttore

Arriva l’autunno e FISAR Milano si tinge di rosso. Domani, Venerdì 5 ottobre vi porteremo dove l’enologia francese e mondiale ha avuto sviluppo: Bordeaux. Lo faremo attraverso la degustazione di sei Cru di diverse zone, presentati dal loro produttore Xavier Milhade, proprietario di diversi Chateaux e anche distributore di varie AOC della zona. Sarà un viaggio tra St. Julien, Margaux, St. Emilion Grand Cru per il classico taglio bordolese e Carménère e Malbec tutti da riscoprire!

leggi tutto

La magia dell’oro e la vitalità dell’Enfant Terrible: Les Petits Vignerons De Champagne

Parlare di Champagne significa quasi sempre entrare in contatto con un’entità che ha a che fare con il mito, in un universo parallelo dove le leggende si susseguono insieme ai personaggi antichi e moderni che ne hanno forgiato il destino: sarà la magia di quell’oro così vivo e vitale nel bicchiere, che regala, anche solo alla vista, un piacere ed una gioia infiniti, sarà la longevità nascosta dietro alla vitalità di enfant terrible, sarà la sua anima così francese e così cosmopolita, antica e moderna ad un tempo, ma è innegabile che lo Champagne sia in assoluto il vino più affascinante del mondo.

leggi tutto

Ostriche & Gavi: piacere in verticale

Ci siamo salutati, una manciata di giorni fa, prima delle vacanze estive, con una degustazione di Ostriche e Vino. Era presente anche la redazione di Parole di Vino. Ecco la serata di degustazione, ripercorsa dalle parole di Francesco Cannizzaro. Quando si parla di abbinamento per le ostriche gli appassionati di vino sanno bene che la risposta non è facile: superata la suggestione dello champagne, le cui caratteristiche mal si accompagnano a quelle del prelibato mollusco, il responso più diffuso corrisponde al francese Muscadet. Vero: vino minerale e salmastro, sembra fatto apposta per essere degustato vicino a un plateau royal. Ma è l’unico abbinamento possibile o nello sterminato mondo del vino c’è qualcos’altro che può soddisfare questa esigenza? FISAR Milano ha cercato di dare una risposta al quesito, organizzando lunedì scorso un approfondimento dedicato alle ostriche in abbinamento con un grande bianco classico nostrano: il Gavi. Le verticali sono state due: uno per il vino e una… per le ostriche. A condurre le danze per FISAR Lorena Lancia ed Emiliano Marelli.

leggi tutto

Ostriche e vino in verticale in un intrigante sodalizio

Dopo il successo della serata di degustazione organizzata lo scorso febbraio, FISAR Milano ha deciso di approfondire nuovamente la conoscenza delle Ostriche abbinate al Vino in occasione della serata di Lunedì 23 Luglio. A deliziare i nostri sensi una proposta che avrà come protagonisti una verticale di 4 annate del Gavi Riserva Vigna della Rovere Verde di La Mesma e 4 versioni di Ostriche Francesi Fine de Claire accuratamente selezionate da “La Cozzeria” di Milano.

leggi tutto

Le Cinque Terre del Vino

Avevo sedici anni, la prima volta che arrivai a Monterosso: scesi dal treno con lo stupore di un adolescente che, pur con “Ossi di Seppia” tra le mani, dietro la roccia brulla e davanti a quelle scaglie di mare indaco, non si aspettava di trovare borghi di strette case, le une addossate alle altre, come si sta per meglio ripararsi innanzi alle intemperie, e sentieri scoscesi tra agavi e vigne, che affondavano le loro ormai petrose radici nella roccia salmastra e battuta dal vento. Un paesaggio surreale che si è fermato per sempre nel mio sguardo, tanto che, ancor oggi, se mi chiedessero quale sia la miglior metafora della tenacia, non potrei che ricordare quelle piccole viti in bilico nel blu e pensare alle mani che le accudiscono con un amore che si riserva solo a ciò che è così vicino al limite, al precipizio, alla “stortura”.

leggi tutto

Viaggio in Sicilia con Tasca d’Almerita

Regaleali, Capofaro, Tascante, Whitaker e Sallier de La Tour: queste sono le Tenute di Tasca d’Almerita, ciascuna con le sue caratteristiche, suoli e climi differenti, che attraversano l’intera Isola dando vita a una lunga stagione di vendemmie che inizia...

leggi tutto

Il fascino indiscreto dei Vini Dolci: 7 preziose chicche dall’Italia Centrale in abbinamento alle creazioni della Pasticceria La Martesana

Con la serata di domani, Giovedì 7 Giugno, FISAR Milano inaugura “Dolce Italia mia!, una serie di appuntamenti dedicati ai vini dolci. Tipologia spesso trascurata e sottovalutata, ma ingiustamente perché sono i vini che meglio raccontano la storia vitivinicola del nostro Paese. Le loro radici affondano nel Medioevo, talvolta ancora prima. Le tecniche, affinate nel tempo, sono il frutto di secoli di ricerca, esperienza e simbiosi con il territorio. Per onorare questa tradizione, abbiamo scelto 7 chicche che rappresentano le diverse tipologie di vini passiti e botritizzati dell’Italia Centrale. Dalle bottiglie più premiate delle grandi cantine alle piccole realtà locali, che producono vini pressoché introvabili, abbiamo selezionato il meglio del cuore dolce dell’Italia.

leggi tutto