Gravner e i vini naturali

Mentre il FIVI si avvicina, ecco la testimonianza di Josko Gravner, tra i primi a sostenere il ritorno alla vinificazione tradizionale, riducendo gli interventi in cantina. Sia Radikon sia Gravner iniziarono a coltivare in modo biologico e a ridurre l’intervento in...

leggi tutto

Il Greco

Le uve Greco hanno trovato le condizioni pedoclimatiche ottimali alla loro massima espressione in Irpinia, sulle colline dell'attuale paese di Tufo, dove si produce il famoso Greco di Tufo. Questo vino per certi versi è assimilabile a un vino rosso mascherato da...

leggi tutto

Il Brunello di Biondi-Santi

In "Vino al vino" Mario Soldati interpreta a modo proprio la nascita del Brunello. Cosa ha favorito la creazione di questo straordinario vino che oggi è il più rinomato tra i toscani, ma in realtà è del tutto lontano dalla tradizione locale? Come ha fatto Ferruccio...

leggi tutto

Lo Zweigelt austriaco

Se il Blaufränkisch è un pony da parata, lo Zweigelt, che da esso discendente, è molto più simile a un umile cavallo da tiro. Fu creato in laboratorio nel 1922 nella scuola di enologia di Klosterneu­burg dal botanico Fritz Zweigelt, incrociando Blaufränkisch and Sankt...

leggi tutto

I profumi del Nebbiolo

L'enologo Luigi Moio, docente all'università Federico II di Napoli, ha tracciato il profilo olfattivo dei principali vitigni presenti in Italia. Un'ottima sintesi si trova nel suo saggio "Il respiro del vino", molto utile per capire la natura dei profumi nel...

leggi tutto

Il paesaggio del Chianti

Più di metà dei territori del Chianti erano, e sono ancora, a querce, castagni, lecci, abeti e basso bosco. Il resto era, tradizionalmente, coltivato parte a campi seminativi, limitati da filari di viti o di ulivi, e parte a vigneti. Oggi, però, per ovvie ragioni...

leggi tutto

Il Lagrein

Ci sono appena 500 ettari coltivati a Lagrein, quasi tutti destinati al mercato locale. Un vero peccato perché chi lo scopre ne apprezza il carattere diretto e la grande piacevolezza. Come è successo a Jason Wilson, durante il suo viaggio in Alto Adige alla ricerca...

leggi tutto

La degustazione come atto estetico

La degustazione non è e non deve essere solo un atto tecnico, un passaggio formale che scompone e definisce il vino. Capire davvero il vino, come spiega Luigi Moio nel suo bel saggio "Il respiro del vino", è innanzitutto un atto estetico, che nasce dall'apprezzamento...

leggi tutto

Il Gewürz­traminer dell’Alto Adige

In Italia nessuno penserebbe di mettere il Gewürz­traminer tra i vitigni dimenticati o trascurati. Al contrario, rientra tra i vini che vanno per la maggiore, tra appassionati e no. Però fuori dall’Italia, e ancor meglio fuori dall’Europa, è un vitigno molto...

leggi tutto

Le costiere della Valtellina

Nel primo viaggio-reportage sul mondo del vino, Mario Soldati si spinge all'estremo nord della Valtellina, raccontando che in treno sempre beve i vini valtellinesi che resistono meglio alle scosse dei binari. I vigneti della Valtellina si dividono in costiera e il...

leggi tutto

Il Nero d’Avola

Il Nero D'Avola è un importante vitigno siciliano originario di Avola, comune della assolata terra di Siracusa. Poiché dà vini strutturati molto concentrati, oggi il Nero D'Avola è diffuso in tutta la Sicilia e si ritrova in molte denominazioni isolane. Vinificato in...

leggi tutto

La Schiava

Christof Tiefenbrunner, l’ultimo discendente della famiglia a capo della cantina di Castel Turmhof, mi fa assaggiare la sua Schiava, un vitigno unico, brillante, di colore quasi rosato, leggero di corpo e un po’ tannico. È chiamato Vernatsch nel tedesco locale ed era...

leggi tutto

La bassa resa

Non è difficile capire perché la bassa resa è indice di qualità. Lo spiega Mario Soldati in "Vino al vino", in termini semplici e chiari. Il libro, che ha quasi cinquant'anni, risente un po' dell'età, perché fa riferimento a rese altissime per gli standard di oggi,...

leggi tutto

Il Vermentino

Quali sono le caratteristiche dei vitigni e che zone prediligono? Ecco una breve presentazione del Vermentino, tratta da "Il respiro del vino" di Luigi Moio. Il Vermentino è un vitigno caratterizzato da un'elevata plasticità ambientale, che gli consente di adattarsi...

leggi tutto

Il Blau­fränkisch

Robert Parker, The Wine Advocate, diffida dei vitigni dimenticati e tende a scartarli come minori rispetto ai vitigni nobili. Ma Jason Wilson, critico enogastronomico americano, nel suo libro “Godforsaken Grapes” osserva che il concetto di nobile e minore è cambiato...

leggi tutto

Il rigoverno alla toscana

In alcune zone del Chianti, oltre al classico governo, viene praticato anche un secondo governo in primavera. Vediamo come funziona attraverso le parole di Mario Soldati in "Vino al vino. Consiste nel riporre, all'epoca del primo governo, gli acini, schiccolati dai...

leggi tutto

Il governo alla toscana

È mia opinione personale (e la do per quello che può valere l'opinione di un dilettante in materia) che il governo, da Ricasoli in poi, abbia avuto crescente applicazione proprio per venire incontro alla crescente richiesta del mercato. In altri termini: la base dei...

leggi tutto

I “wine district” del Franciacorta e dell’Oltrepò, e tante degustazioni: è la Milano Wine Week

Dal 7 al 14 ottobre, ci aspetta un’intera settimana da dedicare al mondo del Vino attraverso Eventi e Degustazioni speciali in ogni angolo della città. Un’intera settimana per ottime selezioni di bottiglie di vino, incontrare i professionisti del settore, scoprire le nuove guide vitivinicole, seguire eventi a tema. Il cuore della manifestazione sarà Palazzo Bovara nel centro di Milano, ma l’iniziativa si svolgerà in ogni angolo della città con tanti appuntamenti per esperti e appassionati. A raccontarcelo è Wine News.

leggi tutto

Il Grüner Veltliner

Il Grüner Veltliner gode di fama oscillante. Ora apprezzato per la sua gradevolezza, ora accantonato come vino facile, è attualmente in fase di rivalutazione anche per la sua, finora trascurata, capacità di invecchiamento. Jason Wilson, autore di “Godforsaken Grapes”,...

leggi tutto