“Ogni millesimo sarà grande…”

L'opera della vite sta nel fare di tutti i componenti del clima dell'annata e di tutte le variazioni della vita di un suolo, una immagine globale, una unione. In qualità di artista della Terra, essa tenterà ogni volta di pervenire a una coerenza, a una armonia, anche...

Gli antichi vitigni azeri

Al tempo delle malattie americane, alcuni antichi vitigni presenti in Azerbaijan dimostrarono una maggior resistenza ai nuovi agenti patogeni. Lo racconta Leonardo Franchini in “La vigna antica”, scritto con il supporto di Attilio Scienza. "A notare il fatto era stato...

I numeri del Sangiovese

Il Sangiovese è il vitigno più coltivato in Italia. Merito della sua ubiquità e delle caratteristiche che lo rendono adatto a diverse forme di vinificazione. Ma anche il vino conosce le sue mode e oggi il Sangiovese è in (moderato) declino, come dimostrano Attilio...

La biodinamica e la qualità

Spesso si contesta ai produttori biodinamici che i loro vini sono imperfetti: poco luminosi, appesantiti da particelle in sospensione, ossidati, caratterizzati da profumi poco eleganti e suadenti. E molti produttori ribattono che questo è il vino naturale, "come deve...

Una storia antica…

Il libro “La vigna antica” di Leonardo Franchini con Attilio Scienza è un romanzo che trae spunto da uno storia vera, legata al ritrovamento di particolari piante di vite. Quali? Pianticelle antiche, provenienti dall’Azerbaijan, non lontano dalla Georgia, culla della...

La sensibilità del Pinot nero

Il Pinot nero è un vitigno molto difficile da coltivare e vinificare; il vigore elevato della pianta che richiede una gestione complessa della chioma, la sensibilità alla botrite e all’oidio, la difficoltà di avere una maturazione contem­poranea nelle bucce e nei...

La fase calore vs temperatura controllata

Oggi molti produttori preferiscono le fermentazioni a temperatura controllata, che prevengono possibili difetti di vinificazione. I produttori biodinamici, come quelli di vini naturali, evitano questi interventi. Non solo in nome della tradizione, ma convinti che la...

Lo Chardonnay… rosato

Per tutti lo Chardonnay è bianco. Ma è sempre stato così? Sembrerebbe di no. Tanto più che discende da un vitigno a bacca nera, il Pinot. Lo raccontano Attilio Scienza e Serena Imazio nel loro libro “La stirpe del vino”. In giro per il mondo, conservati in collezioni...

Clinto o Clinton?

Il vino da tavola negli anni Cinquanta-Settanta per molti contadini era vino ricavato da viti americane. Anche se non si poteva commercializzare, veniva prodotto in autonomia. Le piante erano molto apprezzate, grazie alle alte rese, alla resistenza alle malattie e al...

Il primo corso di biodinamica

Fu nel 1924 che Rudolf Steiner ebbe la possibilità di tenere il corso sull'agricoltura che avrebbe gettato le basi essenziali per il lavoro futuro della biodinamica. Il corso si tenne nella tenuta di Koberwitz, presso Breslavia, dal 7 al 16 giugno 1924. Vi...

Non basta dire Pinot nero

Non basta dire Pinot nero. Ne esistono tanti tipi, perché è un vitigno che ha saputo cambiare e adattarsi nel corso del tempo, spostandosi di luogo in luogo. La sua storia, le caratteristiche e le origini sono ben raccontate nel libro di Attilio Scienza e Serena...

Il vino si fa in vigna

Estimatori o meno che siate dei loro vini, va riconosciuto ai produttori biodinamici di aver promosso e dimostrato che vini si fanno prima di tutto in vigna: uve buone e sane danno un vino buono e sano, capace di esprimere a pieno le caratteristiche del terroir e...