Nasce il vino di Leonardo, ispirato ai suoi studi enologici

Il Rinascimento in bottiglia! Un team di esperti – in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario dalla morte di Leonardo – fa rinascere il vino di Leonardo da Vinci seguendo le indicazioni lasciate dal Genio italiano. A raccontarcelo è la redazione di virtuquotidiane.it
Rinasce il “vino di Leonardo”, realizzato secondo le indicazioni che il Genio mise a punto cinquecento anni fa e oggi “tradotte” in moderne tecniche di vitienologiche. Anche il vino, insieme ad arte, scienza, architettura era infatti tra le sue passioni, al punto da studiarne, già allora, la produzione, come racconta una lettera del 1515, al fattore del suo “Podere di Fiesole”.

leggi tutto

Eno-profili: ad ogni italiano il suo vino

Dimmi cosa bevi e ti dirò chi sei! Una ricerca condotta per Vinitaly ha tracciato cinque diversi eno-profili che identificano le caratteristiche dei consumatori dell’inebriante nettare. A raccontarcelo è la redazione di Stile.it
Gli amanti del vino rosso sono, in prevalenza, i cosiddetti “baby boomers”, consumatori di età compresa tra i 55 e i 73 anni. Sono, di media, uomini e prevalentemente insicuri od egocentrici. Meno numerose le donne, gli energici e i millennials. I consumatori di vino bianco sono, invece, prevalentemente single.

leggi tutto

Decanto, l’app che ti dice qual è il vino migliore per ogni piatto

Come abbinare correttamente cibo e vino? Ci viene in soccorso anche un’app! A raccontarcelo è Cecilia Mussi di Corriere.it
Per usare Decanto, quindi, bisogna partire dal vino acquistato o dalla pietanza che si vuole preparare, assaggiare l’uno o l’altro e dare un punteggio a varie voci, come sapore, aromaticità, persistenza, grassezza, untuosità etc. Una volta che abbiamo complicato la scheda, Decanto consiglia l’abbinamento ideale per comporre il gusto ideale del pasto (le coppie inserite sono più di 50). Gli abbinamenti si possono salvare, annotando variazioni e appunti da conservare per futuri pranzi o cene.

leggi tutto

«Suave e odorifero». Il vino di Leonardo rinasce nella sua Vinci

Leonardo Da Vinci produceva vino e si è scoperto che il genio rinascimentale aveva messo a punto, con tre secoli di anticipo, un metodo scientifico per estrarre il “divino licore dell’uva”. Scopriamo l’inedito lato enologico di Leonardo attraverso l’articolo di Luciano Ferraro del Corriere della Sera.
Si racconta che Leonardo bevesse vino tutti i giorni, come dimostrano le note della spesa che scrupolosamente vergava. «Il vino è bono, perciò l’acqua avanza in tavola», scriveva. La sua famiglia ne produceva a Vinci. Era per la moderazione: «Il vin sia temperato, poco e spesso, no fuor di pasto, né a stomaco vuoto».

leggi tutto

La Milano Wine Week 2019 presentata da Federico Gordini

Si terrà dal 6 al 13 ottobre 2019 la Milano Wine Week. Ideata da Federico Gordini (già creatore di Bottiglie Aperte e della Milano Food Week, on air proprio in questi giorni). La Settimana del Vino – che è entrata meritatamente nel calendario delle grandi settimane tematiche milanesi – si annuncia anche quest’anno ricca di eventi e appuntamenti. A raccontarcelo è Maurizio Ceccaioni di Newsfood.com
L’importante evento, legato all’enogastronomia, deve essere anche un veicolo «per imparare a parlare ai consumatori in maniera diversa, in una città sempre più capitale inclusiva e piattaforma di progettualità uniche dal nuovo mondo del vino».

leggi tutto

Le tendenze, i mercati, l’omaggio a Leonardo da Vinci, il vino: dal 6 al 9 maggio è Tuttofood

Debutta domani, lunedì 6 maggio, a Milano la manifestazione “Tuttofood” che contemplerà anche il salone dei vini “Tuttowine”, con la regia di UIV Unione Italiana Vini. Atteso anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella giornata di martedì 7 maggio. A raccontarcelo è la redazione di Winenews.it

leggi tutto

Dormire in una botte di vino, in Portogallo si può

Presso la tenuta Quinta da Pacheca, nella regione del Douro, potrete passare delle notti indimenticabili immersi nel verde totale del vigneto. A raccontarcelo è la redazione di Radio Montecarlo. Un vigneto, 10 enormi botti e un hotel. Che cos’hanno in comune queste...

leggi tutto

La bottiglia per vino piatta e sostenibile che riduce gli sprechi di spazio

Lo sapete che un cartone che riesce a contenere 4 classiche bottiglie di vino di forma cilindrica, è in grado di ospitarne ben 10 di forma piatta? Un’azienda britannica, la Garçon Wines, ha pensato di ideare una speciale bottiglia dalla forma ingegnosa, in modo tale da ridurre al minimo l’impatto ambientale dovuto alle spedizioni. A raccontarcelo è Filippo Piva di Wired.it

leggi tutto

Gli scarti del vino salveranno il mondo

Gli scarti dell’industria enologica potrebbero contribuire a salvare l’ambiente. A raccontarci l’idea della start up italiana Vegea è la redazione di Esquire.com. Fermare l’inquinamento e il riscaldamento globale con gli scarti del vino. Può sembrare un’idea strampalata, frutto di una mente sotto l’influsso – appunto – dell’alcol. E invece è una cosa perfettamente razionale, tanto che la startup che l’ha ideata vince bandi dell’Unione Europea e premi internazionali. Si tratta dell’italiana Vegea, che ha registrato un brevetto di bio-upcycling agroalimentare che le consente di creare tessuti ecosostenibili sfruttando gli scarti della lavorazione dell’uva.

leggi tutto